Meteo a Chieti - clicca per ingrandire

L'Aquila . clicca per ingrandire

Il sistema frontale che ha interessato la nostra penisola si muove verso Sudest favorendo un temporaneo aumento della pressione atmosferica e condizioni di maggiore stabilità seppure in un contesto di clima decisamente freddo. Martedi 18 dicembre assisteremo su Abruzzo e medio Adriatico a residui addensamenti con possibili deboli nevicate al primo mattino e al di sopra dei 4/500 metri. Fenomeni che andranno tuttavia attenuandosi piuttosto rapidamente, lasciando spazio ad un tempo più asciutto e a tratti soleggiato. Le temperature si manterranno su valori bassi al di sotto delle medie del periodo con venti moderati o tesi che si disporranno dai quadranti settentrionali.

Un’intensa perturbazione di origine atlantica transita sulla nostra penisola concentrando i propri effetti prevalentemente sulle regioni centrali. Lunedi 17 dicembre previsto diffuso maltempo su Abruzzo e medio adriatico con nevicate a quote medio/alte ma tendenti a diminuire già dal pomeriggio fino a 600 metri circa. Dalla serata ci si attende un graduale miglioramento dai settori settentrionali della regione, grazie all’allontanamento verso Sudest del fronte perturbato. Temperature in diminuzione nei valori massimi con venti tendenti a disporsi dai quadranti orientali.

Correnti occidentali in quota, collegate ad una vasta struttura depressionaria, continuano ad apportare nuvolosità su gran parte della nostra penisola e precipitazioni sulle regioni centrali.
Tuttavia la traslazione verso Est della perturbazione atlantica favorirà sabato 15 dicembre un graduale miglioramento dopo le residue piogge che ancora interesseranno al mattino Abruzzo e medio Adriatico. Ancora nevicate sopra i 6/800 metri di quota. Temperature in ulteriore diminuzione e venti moderati di Grecale al suolo. Mare Adriatico molto mosso.

Domenica 16 dicembre il campo barico tenderà temporaneamente ad aumentare ma solo fino a sera quando una nuova perturbazione si avvicinerà all’Italia, determinando ancora un peggioramento del tempo al Centro-Nord. Su Abruzzo e medio Adriatico dovremo aspettarci tempo pressochè asciutto e soleggiato in mattinata e nuove precipitazioni anche diffuse tra sera e notte, che assumeranno carattere nevoso lungo la dorsale a partire dai 5/800 metri. Temperature in lieve rialzo e venti variabili.

La tendenza per lunedi 17 dicembre indica maltempo e precipitazioni, nevose nell’interno, in graduale risoluzione verso sera con l’allontanamento verso Sud Est della perturbazione.

Una depressione di 1010 hPa sul Mediterraneo occidentale è in approfondimento, tendente ad investire principalmente il nord Italia ma con evidenti ripercussioni sulle regioni centrali e adriatiche ove persisterà la fase di maltempo.
Venerdi 14 dicembre su Abruzzo previste piogge sparse e nevicate lungo la dorsale appenninica inizialmente intorno ai 1500 metri con quota neve tendente a scendere sui 900 metri. I fenomeni dovrebbero attenuarsi in serata. Temperature in generale diminuzione con venti moderati dai quadranti settentrionali.

Ancora condizioni di decisa instabilità sulle regioni del medio versante Adriatico per il sopraggiungere di un impulso perturbato di origine atlantica. L’aria fredda discesa dal nord Europa resterà invece intrappolata nei bassi strati dell’atmosfera: giovedi 13 dicembre tali condizioni apporteranno sull’Abruzzo nevicate sparse in montagna e a quote relativamente basse (intorno ai 7/800 metri). Cieli coperti e piovaschi previsti sul resto della regione. Temperature in ulteriore calo ma tendenti a successivo rialzo con il sopraggiungere di un lieve miglioramento. Venti di Scirocco in rotazione da Maestrale.

« Older entries