Il tempo a PasquaScenario meteorologico piuttosto complesso, in Abruzzo, per Pasqua e Pasquetta. Un vortice ciclonico in discesa dalla Scandinavia dovrebbe dovrebbe attraversare l’Europa centrale coinvolgendo in maniera più o meno significativa la nostra penisola. E’ vero che la traiettoria di questa figura depressionaria non è ancora ben delineata, ma le probabilità che finisca per crearci qualche problema sono tutt’altro che remote.

GIOVEDI 17 tempo ancora variabile in Abruzzo, soprattutto sul settore orientale dove ancora potranno prodursi fenomeni sparsi. Ancora neve sui rilievi intorno ai 900-1000 metri. Temperature minime stabili, le massime in ulteriore diminuzione. Venti moderati-tesi dai quadranti settentrionali, con rinforzi lungo le coste.

VENERDI 18 previsto un graduale miglioramento del tempo in Abruzzo, grazie all’allontanamento della figura depressionaria verso i Balcani. Tuttavia già dal pomeriggio assisteremo al transito di stratificazioni, senza effetti sulla nostra regione, ma che annunciano l’arrivo di un nuovo fronte perturbato. Le temperature minime saranno in lieve diminuzione; in rialzo invece le massime. Venti moderati settentrionali. Mare Adriatico generalmente mosso.

SABATO 19 un nuovo vortice depressionario posizionato a ridosso del Mar ligure, richiama correnti umide sciroccali favorendo un peggioramento sull’Abruzzo. L’effetto più evidente sarà il progressivo annuvolamento dei cieli con associate precipitazioni sparse, specialmente lungo la dorsale appenninica. Graduali schiarite dalla serata. Temperature in aumento e venti moderati sudorientali.

DOMENICA 20 DI PASQUA residua variabilità in mattinata sull’Abruzzo con successivo discreto miglioramento del tempo che ci regalerà anche ampie schiarite nel corso della giornata. Non dovrebbero registrarsi fenomeni di rilievo. Temperature in aumento nei valori massimi con venti deboli o moderati in rinforzo di Scirocco.

buonapasqua

 

(Premere F5 per aggiornare)

 

 

WWF l'Ora della TerraUn’ora al buio per salvare il Pianeta. Il 29 marzo torna “Earth hour”, la manifestazione del WWF che simbolicamente spegne le luci nel mondo per aumentare la consapevolezza “sul clima e per il futuro globale”.
Quest’anno il via allo spegnimento delle luci sarà dato dalle Isole Samoa, alle 20,30 ora locale (8,30 del mattino in Italia) e dopo il giro della Terra si chiuderà a Tahiti passando per Amazzonia e Artico. Tra i luoghi simbolo che rimarranno al buio l’Empire State Building, il Tower Bridge di Londra, la Porta di Brandemburgo, la Torre Eiffel, il Cremlino e la Piazza Rossa di Mosca.
I italia saranno decine e decile le locali interessate dall’evento: da San Pietro (Cupola e facciata) a Firenze (piazzale Michelangelo e Basilica di Santa Croce), da Napoli a Venezia (Piazza San Marco e Palazzo Ducale) a Milano (Palazzo Lombardia) fino alla Valle dei Templi in Sicilia.
Nel suo piccolo, anche l’Abruzzo farà la sua parte.
Ad Anversa degli Abruzzi: le Luci della Scalinata del Palazzo del Comune in Piazza Belprato.
A Francavilla al Mare: luci pubbliche in Piazza Adriatico – Largo Modesto Della Porta – Piazzale Sirena – Pontile a Mare – Campanile San Franco – Rotonda Michetti.
A Torrevecchia Teatina: Palazzo Valignani – Piazza San Rocco.
Ad Ortona: Castello Aragonese.
A Lanciano: Piazza Plebiscito con il Monumento ai Caduti, la Torre Civica, la Basilica e il Palazzo Comunale.
A Chieti: Chiesa di San Giustino e Piazza Gian Battista Vico.
A Fossacesia: l’Abbazia di San Giovanni in Venere.
A Pineto: Villa Filiani.
Ad Atri: Piazza Duchi d’Acquaviva.

« Older entries